Patrocinio di Padova

Single Blog Title

This is a single blog caption

Periodo rosa per il Calcio e Calcio a 5 femminile

C’è un’Italia che si è conquistata l’affetto degli italiani in questi giorni, un’Italia che esiste da tempo e che da tempo sognava la visibilità che ha raggiunto in questo periodo: stiamo parlando della Nazionale Italiana di Calcio Femminile.

Sarà stato il gol di Bonansea al 95esimo minuto di gioco contro l’Australia nella partita d’esordio oppure La Macarena in campo che accompagnava le vittorie delle azzurre, sarà stata la calma del CT Milena Bertolini che puntualmente nelle interviste post partita si presentava davanti ai microfoni con il tricolore sulle spalle o sarà stato il fair play e il bel gioco mostrato in campo da queste ragazze, fatto sta che questa Italia ha fatto innamorare tutti, contro ogni aspettativa.

Ne parlano tutte le testate nazionali, prime pagine, cifre altissime di spettatori incollati al televisore pronti per godersi lo spettacolo di un calcio pulito e di una nazionale che fa sperare ancora nei colori azzurri. Sembra la favola perfetta, cucita su misura per chi ama questo sport, difficile persino da immaginare prima del giorno del debutto.

Un grande cammino dell’Italia nel mondiale francese che vede le nostre atlete confrontarsi a viso aperto con avversarie molto più blasonate, ma che poi è costretta ad arrendersi contro un’Olanda che dimostra la sua superiorità nei quarti di finale, ad un passo da un risultato storico e dalle qualificazioni olimpiche di Tokyo 2020.

Noi tutti ci auguriamo che questo mondiale sia stato l’inizio di un nuovo ciclo per il calcio femminile e che i numeri impressionanti di spettatori di cui parlavamo prima, non siano solo un fuoco di paglia, frutto di chi ha cavalcato l’onda dell’entusiasmo di questa competizione mondiale.

A fare il punto della situazione ci pensa Milena Bertolini che, come di consueto, si presenta nel post partita davanti ai microfoni a bordocampo e lascia un commento a caldo su quello che è stato questo mondiale, lanciando anche un appello per il futuro: “Sono orgogliosa delle mie ragazze, in questo mondiale hanno dato tutto, ma non è bastato per recuperare il gap con una squadra come l’Olanda. Non ci dimentichiamo che oggi abbiamo assistito ad una partita di professioniste contro dilettanti. Le olandesi sono state più forti, complimenti a loro. Ora mi aspetto che questo sia un punto di partenza per l’Italia e che possiamo presto raggiungere il professionismo per poter puntare più in alto”.

A fare il tifo per la Nazionale di Calcio Femminile c’è anche la Nazionale Femminile di Futsal, che negli stessi giorni si trova in Croazia per disputare la Women Futsal Week.
La squadra del CT Francesca Salvatore parte da favorita e affronta Moldavia, Polonia e Croazia non deludendo le aspettative e strappando tre vittorie di spessore che permettono all’Italia di aggiudicarsi il trofeo.

“Sono orgogliosa delle mie ragazze e sono felice perché vedo loro felici, questa per me è la vittoria più bella. Non è facile vincere, abbiamo lavorato tanto e siamo state brave a dimostrare sul campo il nostro valore” queste le parole a caldo del CT Salvatore.

Vittorie nette in terra croata che dimostrano l’ottimo lavoro svolto fin qui dal team della nazionale di futsal.

Periodo rosa per le Nazionali di Calcio e Calcio a 5 Femminile, ci auguriamo che siano di buon auspicio per dare più visibilità a questo movimento.

Fonte: Miriam Palma