Patrocinio di Padova

Single Blog Title

This is a single blog caption
Marta Michielon - Facebook

Mercato in entrata: Marta Michielon passa al Calcio a 5 di Mister Barcaro

C’è aria di novità in casa biancoscudata: ad arricchire la rosa di mister Arianna Barcaro arriva Marta Michielon. Marta è cresciuta calcisticamente nel vivaio del Calcio Padova Femminile, tra le file del calcio a11, dove ha messo in mostra tutta la sua qualità. A questo punto della stagione ha deciso di fare una scommessa con il mondo del calcio a5, restando sempre nella stessa società. Lasciamo a lei la parola.

Ciao Marta, benvenuta in squadra! Raccontaci un po’ il tuo background calcistico prima di arrivare a vestire la maglia del Calcio Padova Femminile C5.
«Ho iniziato a giocare a calcio nella squadra dell’Abano Calcio, la città in cui sono nata e cresciuta fino all’età di 14 anni. Dai 14 ai 24 ho continuato la mia carriera calcistica nel Calcio Padova Femminile. L’anno scorso mi sono cimentata nella realtà del calcio a5, nella squadra della Noalese, per poi quest’anno ritornare nel Calcio Padova Femminile».

Nella tua carriera calcistica c’è per lo più il calcio a 11, come ti sei avvicinata al calcio a5 e quali sono gli aspetti che ti piacciono di più di questo sport?
«Mi sono avvicinata alla realtà del calcio a5 spinta dalla voglia e dalla curiosità di conoscere un nuovo ambiente. Mi ha spinta a mettermi continuamente in gioco, adattando il mio modo di giocare e le mie caratteristiche al contesto. È uno sport molto divertente e intenso, non ci sono tempi morti e il ritmo è sostenuto. Durante le partite, sia per chi scende in campo e sia per chi resta in panchina, c’è sempre molta adrenalina. L’aspetto che più mi piace, è quello di essere uno sport imprevedibile».

Hai già svolto qualche allenamento con la squadra, cosa ti aspetti da questa esperienza e a primo impatto cosa ti ha colpito?
«Dopo i primi allenamenti, quello che mi ha colpita maggiormente sono stati la forza e l’unione di questo gruppo. Si respira un clima di collaborazione e di aiuto reciproco dove ognuna cerca di dare il massimo per se stessa e per la squadra.
Quello che mi aspetto da questa esperienza è di riuscire a portare a termine nel miglior modo possibile quello che le mie compagne hanno iniziato a fare prima di me».

Ringraziamo Marta per la sua disponibilità e le facciamo un grande in bocca al lupo per questa nuova avventura.

Ufficio Stampa: Miriam Palma