Patrocinio di Padova

Single Blog Title

This is a single blog caption
Articolo - Riccione - Padova

Prima squadra: Trasferta negativa per il Calcio Padova femminile, il Riccione chiude il match sul 3 a 1

La prima delle nuove squadre che incrociano il cammino del Calcio Padova è il Riccione che ospita le ragazze di mister Di Stasio e ottiene il bottino pieno. La gara si apre con un’intensa fase di studio fra le due compagini, entrambe attente a prendere le reciproche contromisure senza prestare il fianco a manovre offensive avversarie.

Al 22esimo è però il Padova a sbloccare il risultato con Spagnolo che su un calcio da fermo sigla il vantaggio padovano. Quest’ultimo però dura soli 5 minuti, il Riccione a sua volta riagguanta il pari con un calcio di punizione. Ci riprova il Padova alla mezz’ora con Carli, il suo spunto personale però si infrange a lato. Al 41esimo passa però ancora il Riccione sugli sviluppi di un calcio d’angolo al termine del quale Colombo è la più lesta di tutte a ribadire in rete la respinta della retroguardia biancoscudata. Si chiude così il primo tempo con un Padova bravo a portarsi in vantaggio ma recuperato dalla caparbietà delle avversarie.

La seconda frazione si apre con un piglio diverso per le biancoscudate che fin da subito si rendono pericolose: al terzo minuto Bison, a due passi dalla linea di porta, non trova il tap in vincente su un invitante cross teso di Gallinaro. Al 14esimo una ripartenza veloce del Riccione porta l’attaccante di casa a tu per tu con Polonio, quest’ultima esce a valanga e l’arbitro concede il calcio di rigore.

Dal dischetto il Riccione si porta quindi sul 3 a 1. Ancora una volta il Padova prova a reagire e al minuto 18 l’estremo difensore ospite si supera con la doppia respinta sulle conclusioni prima di Bison e poi di Gallinaro. Mister Di Stasio prova quindi a rinvigorire il fronte offensivo padovano inserendo forze fresche e a Carli subentra Carrarini. Al 30esimo ancora Bison impensierisce la retroguardia di casa ma manca l’aggancio vincente. A coronare una domenica non brillante quasi allo scadere arriva l’espulsione di Tiberio per proteste a seguito di un dubbio fallo di mano in area romagnola. Negli ultimi minuti il Padova non si arrende e prova a mantenere il gioco nella metà campo avversaria ma il triplice fischio decreta la fine di ogni velleità di rimonta.

Si chiude quindi per 3 a 1 per le padrone di casa la terza giornata di campionato a seguito di un match caratterizzato da luci e ombre ma che lascia l’amaro in bocca alle biancoscudate visto il vantaggio conquistato nei primi minuti.

Prossimo appuntamento ora per domenica 31 ottobre in casa contro il sempre ostico e attrezzato Trento.

Ufficio Stampa: Alessia Mazzucato