Patrocinio di Padova

Single Blog Title

This is a single blog caption
Articolo - Calcio Padova Femminile - Jesina Calcio Femminile

Prima squadra: Padova ko, lo Jesina si aggiudica la gara di Via Vermigli

Ancora giornata da dimenticare in casa calcio Padova con una pesante sconfitta nello scontro casalingo contro lo Jesina. Nel primo tempo il pallino del gioco è stabilmente nelle mani delle padrone di casa che in più occasioni vanno vicine alla rete: la più nitida capita fra i piedi di Costantini che da sinistra, lanciata in velocità, si accentra lasciando sul posto sue avversarie. La sua conclusione supera il portiere ma non il palo esterno che le nega la gioia del gol.

Ancora Padova con le conclusioni prima di Tiberio e Bison ma nulla di fatto. Ciò nonostante è lo Jesina che prepara l’offensiva e ultima, nel giro dei restanti venti minuti, una tripletta che demolisce ogni velleità biancoscudata; la prima rete nasce da un rinvio corto e intercettato dalla punta ospite che, stoppando a seguire, mette fuori gioco un’incolpevole Callegaro presa in contro tempo e supera Crespan. La seconda nasce da tiro da un tiro da fuori ben assestato e la terza da calcio piazzato.

Nella ripresa il Padova entra in campo con guizzo caparbio: prima Capitan Fabbruccio, servita al bacio da Spagnolo, non inquadra lo specchio di testa e poi ancora Costantini dalla fascia serve un invitante pallone teso a centro area su cui nessuna riesce a trovare il tap in vincente. Alla metà della seconda frazione tuttavia passa ancora lo Jesina su calcio di rigore siglando un rotondo 4 a 0. Mister Di Stasio prova a ridisegnare l’attacco per dare più portata offensiva alla manovra. Proprio Gallinaro, subentrata al 70esimo per Callegaro, trova la rete della bandiera biancoscudata con Fabbruccio che perfeziona e appunto Gallinaro che in area controlla e ben si gira incrociando. Gli altri cambi padovani: al 55esmo Gottardo per Michielon e all’80esimo Carli per Costantini.

Si chiude così una gara con un risultato “bugiardo” che non sembra valorizzare quanto creato dalle biancoscudate sì pericolose ma poco ciniche in fase offensiva. Di contro, invece, il Padova cade con imprecisioni difensive che pesano eccessivamente sul risultato finale.

Ufficio Stampa: Alessia Mazzucato