Single Blog Title

This is a single blog caption
Articolo: Südtirol - Calcio Padova Femminile

Prima squadra: Prima gara del 2024 in negativo, risultato fin troppo rigido da Sudtirol

Alla prima del nuovo anno il Padova va in trasferta in casa del Sudtirol, compagine saldamente nella top five del girone.
Il Padova parte bene, buon ritmo e intensità: la prima occasione nasce dai piedi di Perego che tuttavia non concretizza.
Alla mezz’ora l’episodio che condiziona l’intero match, eccesso di sicurezza in uscita bassa della difesa biancoscudata con giro palla forzato troppo a ridosso della linea di fondo.
Ne approfitta la punta di casa che si avventa sulla palla ribadendo in rete a pochi passi dalla porta, brutto scivolone della retroguardia padovana.

Il morale tuttavia rimane alto, ci prova Balestro poco dopo con deviazione volante in area piccola con palla oltre lo specchio.
Nei minuti finali i traversoni dalle fasce biancoscudate non trovano il giusto tempismo nell’inserimento vincente.
Fra primo e secondo tempo entra Carli per Perego.

Il Padova carica a testa bassa e alza il baricentro costringendo le padrone di casa stabilmente sulla loro metà campo.
Al quarto d’ora dentro Spinelli per Plechero e Gallinaro per Panza con Padova in assetto d’attacco in 424.
Al 35esimo reclama a gran voce il Padova per un lampate rigore negato su Gallinaro, atterrata in area da dietro su recupero scomposto del difensore.
Poco dopo sempre Gallinaro entra in progressione in area ma solo un gran riflesso del portiere di piede le nega la gioia del gol.
Altra tornata di cambi per mister Montresor che inserisce Michelon e Dal Fra per Spagnolo e Martinuzzi.

Al 38esimo ci prova in due occasioni Spinelli con doppio tiro da fuori che tuttavia non incide in nessuna delle due situazioni.
Gli ultimi minuti lasciano il Padova in 10 con Carli costretta a dover abbandonare il campo per infortunio alla caviglia.

A ridosso del triplice fischio veloce combinazione con 1/2 sullo stretto fra Gallinaro e Dal Fra, quest’ultima sul più bello si allunga troppo la palla e viene murata al momento della conclusione.
Si chiude così una gara che lascia molti rimpianti a Fabbruccio e compagne: ottima interpretazione della partita dall’inizio alla fine ma biancoscudate “suicide”, punite con le loro stesse mani con una leggerezza che costa tre punti.

Prossimo appuntamento ora per domenica prossima in casa contro L’Aquila.

Ufficio Stampa: Alessia Mazzucato