Single Blog Title

This is a single blog caption
Articolo: Calcio Padova Femminile - Jesina Femminile

Prima squadra: In Via Vermigli finisce 2 a 2 contro lo Jesina: passa prima il Padova che si fa rimontare ma trova il pareggio allo scadere

In Via Vermigli va in scena Padova Jesina, scontro interessante per decretare la classifica in ottica play out.
Il Padova al fischio d’inizio si schiera con il 4-2-3-1.
Partono meglio le biancoscudate, più in palla, al 5 minuto buona combinazione sulla fascia destra che libera Spinelli per il cross, Perego sul secondo palo mette giù palla in area e cerca il tiro a incrociare, pallone fuori di poco.

All’ottavo buca Spinelli in progressione centrale, tiro deviato in corner.
Passa il Padova al 10, corner di Perego teso sul palo più lontano, si inserisce Capitan Fabbruccio che trova la giusta incornata per il vantaggio.
Frastornato dalla partenza fulminea del Padova, si riprende lo Jesina che comincia a farsi sempre più minaccioso.
Al 12 sugli sviluppi di un corner salva Parnoffi, rapida a scendere sul primo palo su conclusione ravvicinata.

Al quarto d’ora rischia il Padova quando, su pressing alto, la punta intercetta un retro passaggio di Sensi a Parnoffi, il tiro è debole sul primo palo.
Ancora Jesina al 35esimo con inserimento sulla destra, ci prova l’esterno in pallonetto ma calibra male, la palla si impenna molto alta, si immola Paladini quasi sulla linea di porta per evitare il tap in della punta a rimorchio.

Continuano a caricare le ospiti che trovano la strada del pareggio al 40esimo: cross dalla sinistra e inserimento e rimorchio della punta.
Ancora doppia occasione per lo Jesina sul finale, prima con filtrante su cui rimedia Parnoffi con grande uscita a terra e poi su punizione con deviazione di testa che si stampa sulla traversa.
Si chiude così la prima frazione, buon inizio del Padova nei primi minuti ma che poi subisce la pressione delle ospiti.

La ripresa si apre con un primo cambio al 10, fuori Gallinaro per Panza. Segue la doppia tornata, Sensi per Pasquali, Plechero per Martinuzzi e Michelon per Spagnolo.
Al 20esimo passa di nuovo lo Jesina, palla centrale a scavalcare la linea difensiva, poco brillante la difesa dell’uscita di Parnoffi che si vede superare in pallonetto per il 2 a 1 delle ospiti.
Cambio tattico allora per il Padova che per tutta la seconda parte del tempo si schiera in 424, al 23 fuori Fabbruccio per Dal Fra.

L’assetto non dà nell’immediato risultati concreti con un Padova che continua a subire il pressing delle ospiti, più aggressive nella fase di recupero palla.
Le biancoscudate faticano a costruire con precisione e si affacciano in area su calci piazzati: al 34esimo su corner Rizzioli trova la deviazione di testa, fuori di un soffio dallo specchio.
A recupero assegnato, lampo del Padova: Spinelli appoggia a Michelon da destra che trova un bel lob in area per Plechero, a due passi non sbaglia e porta il risultato sul 2 a 2.
Si rianima il Padova nei minuti finali, allo scadere il tiro di Dal Fra illude Fabbruccio e compagne ma si infrange a bordo campo di pochi cm.

Si chiude così una gara che vede un Padova non brillante e che, dopo il primo quarto d’ora iniziale, perde di lucidità e fluidità nel gioco.

Ciò nonostante ottima la capacità di reagire e riprendere una gara apparentemente compromessa, rimane forse un po’ di rammarico per non aver sfoggiato con continuità nei 90 minuti i tatticismi e le giocate che finora hanno contraddistinto il gioco biancoscudato.

Ufficio stampa: Alessia Mazzucato